PILLOLE

«Chi vi parla è il più grande imputato della storia italiana. Ho avuto 2550 udienze, più dei giorni complessivi in cui ho governato. Di giustizia vi parla qualcuno che è a conoscenza di come non vanno le cose, cioè io, questo signore malcapitato» Silvio Berlusconi, 10 aprile

Pages

venerdì 21 maggio 2010

Epurescion

La Busi lascia il TG1 perchè non si riconosce più nella testata, la Rai non dice un cazzo, il PD fa lo stesso nel senso non che lascia la Rai, ma che non dice un cazzo. Legge bavaglio del governo, anche gli Usa si schierano contro. Dall'America: "Intercettazioni utilissime". Si fanno sit-in in piazza, il malcontento è generale tranne che per Mondadori (guarda un pò) che non si schiera con tutti gli altri editori, da più parti si critica questa immondizia degna delle più bieche dittature. In rete, e non solo, impazzano le proteste. Con lo switch over a nord si è approfittato per creare danni a Rai News 24, prima lo tolgono poi lo rimettono, gli cambiano posizione, poi mancano i soldi. Non si sa niente di niente, tant'è che lunedì i giornalisti della rete sciopereranno. Hanno approfittato anche per eliminare RaiSat Extra rete che, lo ricordiamo, trasmetteva tra gli altri AnnoZero, Ballarò, Report e satira del passato. Scomoda? Non so.
Nonostante questo, il Tg1 che servizi propone oggi nell'edizione delle 13.30?


Eccoli:
1 - Nasce la cellula artificiale
2 - I vescovi: segno dell'intelligenza umana
3 - Manovra da 27 miliardi martedì si decide
4 - Sequestrato lo yatch di Briatore
5 - Apologia del fascismo blitz a Roma
6 - Siamo tutti interisti?


C'è questo sito, firmate mi raccomando.

martedì 4 maggio 2010

LOST termina così:



Tanto di cappello a Gianluca Neri che, dopo aver messo a segno il colpo degli omissis nel caso Calipari nel 2005, ne fa un'altra delle sue. Anche questa volta sceglie il 1 maggio per pubblicare, sul suo blog, lo scoop che verrà poi riportato anche dal New York Times e altre testate americane.
Veniamo al dunque. Ecco 6 pagine di sceneggiatura dell'ultima puntata di Lost.

Il colpevole è allo specchio